Crea sito

Conoscere il proprio Smartphone

Qui vi metterò qualche informazione utili per comprendere il proprio smartphone e per i più smanettoni, o anche per quelli che sono alle prime armi, qualche cosiglio su qualcosa di più complesso come il root, sbloccare il bootloader e cambiare versione del proprio dispositivo con rom modificate.

Che cos'è il root?

Il root tradotto dall'inglese vuol dire radice, infatti il root e la radice del sistema operativo android, la parte più "bassa".
Il root può essere sbloccato su tutti i dispositivi per ora e la procedura non è molto difficile, solo che per ogni dispositivo è differente perchè ha un file diverso per ognuno.
Sbloccando e abilitando il root si possono accedere a impostazioni di sistema che andremo a vedere più avanti.
Il sistema operativo android è formato anche da una recovery, che altro non è una modalità di avvio del telefono che contiene una vasta gamma di funzioni utili al ripristino del funzionamento del sistema. Una delle funzioni infatti è fare un hard reset ovvere un ripristino e riportare come nuovo il cellualre.
Nella recoery però ci si potrà solamente muovere con i tasti volume e selezionare le voci con il tasto home o accensione a seconda se il vostro dispositivo ha il tasto home (centrale) o meno.
Per fare il root si deve accedere alla recovery e quindi andare in recovery mode e andare su "apply from sd card" e qui vi si presenterà una lista di tutte le cartelle e file che avrete nella vostra sd. Una volta selezionato il file per abilitare il root bisognerà andare su "sì" e poi il telefono farà il resto. Una volta che avrà finito ritornerà alla pagina iniziale della recovery e farete una "reboot system now".

MA POSSO CAMBIARE RECOVERY?
Per fortuna android è un OS molto libero e quindi si può cambiare la recovery.
Ma in che modo?
Stessa procedura del root solo che avrete un file diverso. Molto semplice.

MA QUINDI VISTO CHE POSSO CAMBIARE RECOVERY POSSO CAMBIARE ANCHE OS, GIUSTO?
Non precisamente! Si potrebbe ma è vermanete una procedura molto complicata, ma ti dirò di più! Si può aggiornare il proprio dispositivo ad una versione più recente in modo non ufficilale. Ti spiego meglio. Se ad esempio hai un huawei di 7 anni fa che è rimasto alla versione 4.4 con delle ROM (il firmware) che non sono state fatte da huawei ma da programmatori esterni. Un forum che potrebbe esserti utile su questo argomento e XDA. (parlano solo inglese!)
Dovrete stare attenti a quale rom scaricate perchè potrebbero esserci dei bug che non vi facciano funzionare alcune cose (fotocamera, antenne varie ecc....).
 

Cos'è il bootloader?

Il bootloader è una parte del sistema che, ogni qualvolta che accendiamo un dispositivo, entra in azione ed esegue le giuste routine per avviare il sistema operativo. Come detto qualche riga sopra non è solo di android ma anche di altri sistemi operativi che siano tablet, pc o smartphone, quindi in qualsiasi dispositivo che abbia un sistema operativo.

Può capitare che un dispositivo, come un computer per esempio, sia dotato di due diversi sistemi operativi (dual boot). In questo caso sarà compito del bootloader quello di avviare l'uno o l'altro a seconda delle preferenze dell'utente o in modo automatico. 

Lo stesso principio si applica anche ai dispositivi Android, con la differenza che in questo caso il sistema operativo in questione è uno solo. Sarà il bootloader a determinare quando eseguire Android o quando entrare in Recovery.

Come sbloccare il bootloader e perchè è bloccato?

Il bootloader è bloccato dai produttori perchè loro vogliono che venga utilizzato solo il loro sistema operativo. Ma non tutti i produttori sono così, infatti vedi Xiaomi lasciano i loro dispositivi con il bootloader sbloccato. Sbloccare il bootloader però invaliderà la garanzia, quindi se dovete farlo assicuratevi che la garanzia sia scaduta.
MA COME SBLOCCARLO?
Per sbloccarlo ogni produttore ha una cosa diversa come un comando semplice da pc, chiedere un codice direttamente al produttore o scaricando un programma apposito.